Il Senato dell'Uruguay ha approvato definitivamente ieri (10 dicembre) il provvedimento legislativo che rappresenta il primo quadro normativo nazionale al mondo che disciplina la coltivazione, il commercio e il consumo di cannabis per scopi medici, industriali e ricreativi.

La votazione è storica e può essere fonte di ispirazione e diffusione delle iniziative di riforma della legislazione sulle droghe, in particolare della cannabis, in tutto il mondo. Sarà importantissimo anche l'impatto sulle prossime riflessioni in seno alle Nazioni Unite, attese a marzo a Vienna nella valutazione di metà mandato delle politiche sulle droghe globali. Dopo l'incrinarsi del fronte proibizionista, con in testa gli Stati USA del Colorado e di Washington che hanno legalizzato anche il consumo di marijuana ad uso ricreativo, questo è il primo caso di Stato nazionale che rompe il paradigma proibizionista e preso atto del fallimento della war on drugs, si incammina su una strada nuova.

Clicca qui per leggere l'articolo completo.

Tieniti aggiornato con gli sviluppi politici di droga mediante la sottoscrizione di Alert IDPC mensile.