Una svolta storica. Non si può definire altro che così la presentazione ufficiale, il 17 maggio, dei due rapporti sulle droghe dell’Organizzazione degli Stati Americani (Oas), che vede riuniti gli stati del Sud e del Nord America: mentre il primo è un documento analitico sui diversi aspetti del problema droga, il secondo, Scenarios for the drug problem in the Americas 2013-2025, disegna le possibili scelte politiche, a livello nazionale e internazionale. Per la prima volta, in seno ad un organismo interstatuale di tale rilievo, viene alla luce l’ipotesi di una modifica radicale del regime internazionale delle droghe basato sulla proibizione. Nel rapporto si afferma infatti che una delle opzioni è “il cambiamento delle legislazioni nazionali o dei trattati internazionali”. In particolare, “vanno valutati i segnali e le tendenze presenti che vanno verso la decriminalizzazione o la legalizzazione della produzione, vendita e consumo della marijuana”. “Presto o tardi-così si conclude- bisognerà prendere delle decisioni in merito”.

Qui di seguito il report in spagnolo

Clicca qui per leggere l'articolo completo.

Tieniti aggiornato con gli sviluppi politici di droga mediante la sottoscrizione di Alert IDPC mensile.