Sulla base di una revisione delle evidenze attualmente disponibili, i membri di IDPC hanno convenuto di promuovere, nel lavoro di advocacy con i governi e le agenzie internazionali, i seguenti cinque principi:

  1. Le politiche sulla droga dovrebbero venire sviluppate attraverso una valutazione strutturale ed oggettiva delle priorità e dei dati
  2. Ogni attività dovrebbe essere intrapresa nel pieno rispetto della legislazione internazionale sui diritti umani
  3. Le politiche sulla droga dovrebbero concentrarsi sulla riduzione delle conseguenze negative del consumo e del mercato della droga, invece che sulla loro dimensione
  4. Politiche e attività dovrebbero cercare di promuovere l’integrazione sociale di gruppi emarginati e non concentrarsi su misure punitive contro di essi
  5. I governi dovrebbero stabilire relazioni aperte e costruttive con la società civile nella discussione e nell’attuazione delle proprie strategie