Un aspetto chiave del lavoro di IDPC è la partecipazione dei nostri membri al dibattito e ai processi decisionali a livello globale – cioè a livello delle Nazioni Unite e delle altre agenzie multilaterali. Collaborando tra noi e condividendo le informazioni, possiamo ottenere risultati molto maggiori nel nostro lavoro di advocacy arrivando a influenzare le posizioni assunte dai governi. È importante che facciamo ogni sforzo per sostenere il processo di modernizzazione e miglioramento della cornice globale del controllo delle droghe, poiché il suo focus tradizionale sulla retorica nuda e cruda della “guerra alla droga” e sulle strategie che si basano sulla repressione e sulla punizione incide fortemente sul modo in cui i governi nazionali (particolarmente nei paesi in via di sviluppo) concepiscono e attuano le loro politiche e i loro programmi.

Le nostre attività di advocacy a livello globale si suddividono in due ampie categorie, il Sistema globale del controllo della droga (riguardante gli accordi, le strutture e i dibattiti internazionali che compongono il sistema internazionale della proibizione della droga), e la Coerenza del sistema nel suo insieme (riguardante l’interazione tra questo sistema ed altri settori rilevanti dell’attività delle Nazioni Unite, come l’HIV/AIDS, i diritti umani o lo sviluppo sociale ed economico).

In tutti i contesti multilaterali in cui vengono discusse le politiche sulle droghe, lavoriamo con i nostri membri e con gli altri partner interessati per individuare le opportunità di promuovere politiche umane ed efficaci, per preparare analisi e raccomandazioni rivolte a coloro che svolgono il lavoro di advocacy e ai decisori politici, e per coordinare il lavoro di advocacy.